Attività dell'UCII dal 1965

contesto gerarchico
livello di descrizione fondo
identificativo logico 1
Titolo "Attività dell'Unione delle comunità israelitiche italiane dal 1965 al 1986"
data 1965 - 1986
consistenza buste 429
metri lineari 41,32
soggetto produttore : ente Unione delle Comunità israelitiche italiane, U.C.I.I.
soggetto produttore : persona
storia istituzionale/amministrativa, nota biografica Un'approfondita analisi della struttura dell'ente, dei suoi compiti istituzionali e delle attività da esso svolte, con una proposta per una riforma organica e una riorganizzazione generale dell'Unione, si trova nel fascicolo "Riorganizzazione Unione" (serie 32 "Funzionari delle Comunità israelitiche, sottoserie "Regolamenti per il personale dell'U.C.I.I. e delle Comunità israelitiche").
storia archivistica Una regolare classificazione e un'ordinata gestione della documentazione furono tenute in maniera abbastanza coerente fino circa al 1978 (anno in cui andò in pensione la dattilografa e responsabile per l'archivio corrente Vera Passigli). Non per tutte le serie però la documentazione fu gestita, nel medesimo periodo, allo stesso modo o dalla stessa mano. Si sono notate irregolarità nella tenuta della documentazione dell'Istituto superiore di studi ebraici e del Dipartimento di assistenza culturale (dipartimenti dell'U.c.i.i. che godevano di un certo grado di autonomia), già anteriormente al 1978. La regolare gestione della documentazione dell'archivio incontrò forti difficoltà negli anni successivi al 1978 (v. sezione "Criteri ordinamento"). Nel 1984 la questione del disordine in cui si trovava l'archivio fu sottoposta all'ordine del giorno in sede di Consiglio.
ambiti e contenuto Il fondo conserva documentazione prodotta, ricevuta o accumulata prevalentemente tra l'inizio degli anni sessanta e la fine degli anni ottanta del secolo scorso. Il fondo oggetto del presente lavoro comprende le seguenti tipologie di documentazione: - carteggio di carattere amministrativo, articolato in serie e sottoserie, con allegati e inserti; - registri di protocollo; - volumi dei processi verbali delle sedute del Consiglio e della Giunta Ucei; - bilanci preventivi e conti finanziari.
criteri di ordinamento La documentazione contabile (mandati, reversali, registri di contabilità, distinte di conti correnti bancari) - che non è stata inclusa nel presente lavoro e sulla quale andrà operata una selezione per la conservazione permanente -, è conservata nei depositi sotterranei degli Asili ebraici della Comunità ebraica di Roma (m.l. 24) e, in piccola parte, negli uffici amministrativi dell'Ucei. La documentazione sulla quale si era avviato il lavoro era, nell'insieme, abbastanza ordinata: si presentava in fascicoli intestati (o, a volte, privi di intestazione) e, in pochi casi, sotto forma di carte sciolte. Gli atti (relazioni, memorie, verbali, mozioni congressuali, atti parlamentari, ecc.) erano raccolti in cartelle o in piccoli faldoni, oppure costituivano allegati del carteggio (all'interno dei singoli fascicoli). Gli aspetti scientifici del lavoro di inventariazione e riordinamento sono stati costantemente verificati dalla dottoressa Micaela Procaccia (Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione generale degli archivi). La schedatura della documentazione è stata effettuata con l'ausilio dell'applicativo Sesamo, distribuito dalle soprintendenze archivistiche nel quadro dell'implementazione del progetto nazionale S.i.u.s.a. (Sistema informativo unificato delle soprintendenze archivistiche). L'utilizzo di questo software ha consentito di procedere da subito a tracciare la configurazione gerarchica (ad albero rovesciato) del fondo archivistico, man mano che, con l'avanzare del lavoro, essa si delineava e si articolava nelle sue strutture (serie e sottoserie). Per quest'aspetto del lavoro si è fatto riferimento ai seguenti elementi: - analisi dei fini istituzionali dell'Ucei e delle attività svolte in connessione con essi, studio della strutturazione dell'Ucei in dipartimenti, uffici e organi, in conformità con i dettami del "metodo storico" della scienza archivistica; esame dei modi di produzione, sedimentazione e conservazione della relativa documentazione; - chiave d'archivio del fondo "Attività dell'Unione delle comunità israelitiche italiane dal 1948" (elenco delle buste contenenti la documentazione, suddiviso per "titoli" o serie), con descrizione sommaria del contenuto ed estremi cronologici; - chiave dell'archivio di deposito, rinvenuta durante il riordinamento; - chiave dell'archivio corrente Ucei (quadriennio 1987-1990); - indici di classificazione utilizzati nei documenti. Opportuni confronti tra gli strumenti di corredo hanno consentito di creare, in Sesamo, le strutture archivistiche nelle quali inserire le unità archivistiche schedate, nonché di giungere alla definizione del titolario. Il lavoro di schedatura e di inventariazione di questa documentazione si è svolto dal 1°-09-2005 al 4-05-2006. Dopo questa data sono stati avviati il riordinamento fisico e il condizionamento delle unità archivistiche. Quando questo lavoro si trovava già in fase avanzata, sono stati individuati - in due fasi successive (giugno e ottobre 2006) - 30 faldoni (ca. 4 metri lineari) di documentazione appartenente al medesimo fondo, del periodo 1978-1986, per la maggior parte classificata, che era stata accumulata cronologicamente in attesa della ripartizione per classifica - operazione che non fu mai effettuata. Il lavoro operato su questa parte di documentazione (ottobre 2006 - marzo 2008) è consistito appunto nella ripartizione per classifica (sulla base del piano di classificazione enucleato durante la fase precedente del lavoro), nella aggregazione della stessa in 174 fascicoli provvisori e infine, a seconda dei casi, nell'inserimento della documentazione relativa a pratiche già esistenti nei pertinenti fascicoli oppure nell'inserimento dei fascicoli provvisori relativi a pratiche non presenti altrove nelle rispettive serie o sotto-serie. Si è quindi proceduto al consolidamento dell'ordinamento del fondo, con la numerazione definitiva e il condizionamento (ove necessario) dei fascicoli all'interno delle singole serie e sotto-serie, e con la numerazione di corda dei faldoni. Il lavoro è stato chiuso dal condizionamento e ordinamento (cronologico) delle due serie "Copie dei documenti inviati" e "Ritagli di stampa". Roma, 3 giugno 2008
modalità di acquisizione
Note
informazioni redazionali
struttura gerarchica